Fabrizio Rivaroli

Sono nato a Foligno il 04 luglio del 1980.
Sono cresciuto con la mia famiglia nella valle perugina, poi, dopo la separazione dei miei genitori mi sono trasferito a Collemancio, splendido borgo medievale che gode di una vista mozzafiato su Assisi, Spello e Spoleto, con i miei amatissimi nonni.

Grazie al grande aiuto di mia madre, donna che ammiro e amo moltissimo, ho terminato la mia carriera scolastica all’Alberghiero di Assisi con ottimi voti.

Fabrizio Frasca

Fabrizio Frasca nasce a Cuorgnè (TO) classe ’92 frequenta l’alberghiero di San Benigno C.se e successivamente l’istituto Beccari a Torino dove termina il percorso scolastico nel 2011.
Le sue esperienze lavorative abbracciano la gastronomia in tutte le sue sfaccettature dal Gourmet alla ristorazione collettiva, grande amante delle cotture alla brace e Foraging Food

Le prime esperienze lavorative lo portano a confrontarsi con la cucina tradizionale piemontese dei ristoranti classici del suo territorio presso Locali menzionati sulle guide gastronomiche nazionali e allievo di Maestri della Cucina Italiana e Discepoli di Escoffier.

Esperienze in aziende di catering fanno crescere in lui la consapevolezza dell’importanza della standardizzazione del lavoro e del problem solving durante banchetti ed eventi di medio-alto livello in location non sempre fornite di tutti i comfort delle cucine dei ristoranti.

Annovera esperienze in Francia in contesti gastronomici lavorando in locali presenti sulle migliori guide gastronomiche internazionali dove può approfondire le sue conoscenze sul rispetto della materia prima.

Si forma in campo igienico sanitario e modulistica Haccp lavorando per qualche anno in ambiti di Ristorazione collettiva presso ambienti ospedalieri e assistenziali dalla prima infanzia alla Residenza per anziani, prima come cuoco e successivamente come figura di controllo qualità e miglioramento di servizio.
Partecipa a Fiere ed eventi gastronomici in qualità di relatore e di dimostratore per aziende.

Parallelamente al suo percorso lavorativo, fa parte dal 2016 della Federazione Italiana Cuochi dove attualmente ricopre il ruolo di Responsabile Nord-Italia del Compartimento Giovani, Consigliere del Direttivo Regionale Cuochi Piemontesi e Fondatore e consigliere dell’associazione Cuochi Della Mole (organo territoriale della FIC).

Nel 2016 partecipa ai Campionati della Cucina Italiana a Montichiari (BS).
Negli anni successivi, alla finale italiana della Jam Cup al Vinitaly dove conquista la medaglia di bronzo.
Nel 2018 consegue un Attestato di partecipazione ad Avellino presso il laboratorio di ricerca e comunicazione del sapore Zen Food Lab di Alfredo Iannacone.

PIATTAFORMA INCHEF:
Mette a disposizione la sua figura per consulenze fisiche e “su misura” per le vostre attività, in questo momento anche con l’ausilio di incontri “OnetoOne” online.
Dalla cucina raffinata per i palati più esigenti, all’organizzazione dei tempi e modalità di servizio nelle cucine di ristorazione collettiva, passando per Foraging Food e cucina sostenibile mettendo in primo piano il riutilizzo onde evitare spreco durante le fasi di trasformazione per ottimizzare al 100% il Food Cost.
Disponibile per dimostrazioni e sponsorizzazione di prodotti o servizi di aziende operanti nel settore HO.RE.CA.

Ciro D'Amico

Un percorso professionale ampio e ricco di stimoli quello dello chef Ciro D’Amico.Inizia alternando l’attività lavorativa a training formativi di cucina creativa, dessert al piatto e cioccolateria, in Italia e all’estero, con affermati maestri del calibro di Diego …

Crosara, Fabio Tacchella e Federico Coria.
La volontà di apprendere e di confrontarsi lo porta a prendere parte a importanti competizioni culinarie, come gli Internazionali d’Italia, quelli di Stoccarda, le Olimpiadi di Cucina Erfurt, conquistando insieme al suo team importanti riconoscimenti.
Nel 2004 si concretizza un’opportunità di rilievo, che lo porta al Badrutt’s Palace di St. Moritz, dove starà a fianco del talentuoso chef Enrico Derflingher, e in seguito cucinerà insieme al maestro Gualtiero Marchesi e allo chef pluristellato Heinz Beck, in importanti occasioni benefiche.
Una professionalità riconosciuta che si traduce nel prestigioso incarico, di executive chef del ristorante Quattro Sensi, del Borgobrufa Spa Resort, un’elegante e raffinata struttura alberghiera della famiglia Sfascia, a Brufa di Torgiano (PG).
Dal 2016 la collaborazione con Luxia Food Solutions come chef consulente lo porta ad ampliare il suo bagaglio, prestando insegnamento presso l’Università dei Sapori di Perugia.

Riccardo Massi

La sua storia in cucina comincia tardi, nonostante la grande passione che ha per questo lavoro.
Riccardo dopo la laurea in “Scienze Statistiche Attuali” è stato coinvolto nell’attività di famiglia come amministratore

Nel tempo cresce la voglia di cucinare e preparare torte e dolci, all’inizio regalandole agli amici più cari, poi la svolta…Nel 2008 frequenta il corso di pasticceria di base e per ristorazione presso l’Istituto G.O. Bufalini di Città di Castello (Perugia). Successivamente anche il corso A.I.S. per sommelier per completare il suo percorso.

Per sua fortuna qui ha conosciuto il suo attuale Amico e mentore Antonio Petruzzi, grandissimo chef e motivatore riconosciuto nella provincia, che gli ha insegnato la preziosa “Arte della Cucina”.
Abbandona quindi l’azienda di famiglia per percorre nuove esperienze nell’ambito ristorativo.
Riccardo con lo Chef Petruzzi ha lavorato presso il Ristorante “Hotel Villa San Donino” in Citta di Castello, successivamente presso la Pasticceria “Tacconi” di San Sepolcro, storica pasticceria della provincia Aretina. Nella quale ha avuto modo di apprendere i segreti dell’arte bianca e prodotti lievitati naturalmente quali: panettoni, pandori, colombe pasquali e tutta la linea delle colazioni da caffetteria. Allo stesso tempo ha partecipato a manifestazioni gastronomiche ed eventi culinary.
Ha saputo prendere al volo l’opportunità data ed ha sviluppato una naturale predisposizione alla gestione della banchettistica e dei catering maturate grazie alle svariate esperienze sul campo.

Da qui è partita la sua nuova vita lavorativa!!
Nel 2014 decide di aprire la sua attività, la pasticceria e caffetteria “Bianco Latte” a San Sepolcro,
proponendo alla clientela pranzi veloci, aperitivi sfiziosi e una pasticceria ricercata con i sapori del territorio, ma con idee e proposte innovative.

Dal 2017 collabora con InChef srl come consulente di pasticceria, avendo alle spalle esperienza nel mondo dell’arte bianca, tiene corsi di formazione e corsi cucina come docente di pasticceria.
Segue clienti in tutta Italia e non sono mancate le esperienze all’estero.

Gioacchino Nocera

Gioacchino Nocera nasce a Scafati in provincia di Salerno nel 1982, ma fin da piccolo si trasferisce con la
famiglia in Liguria, dove frequenta l’Istituto alberghiero e fa le prime esperienze lavorative estive in Liguria.
Al termine del quarto anno …

torna in Campania. Sono gli anni in cui, grazie ai suo maestri Matteo Sangiovanni,
Giorgio Nardelli, Paolo Antinori e Franco Luise, ottiene i primi successi: nel 2000 vince il “Concorso nazionale
turistico gastronomico Piatto del Giubileo” organizzato dall’Ipssar di San Pellegrino Terme con le sue “Lagane
e ceci” e, nel 2002, partecipa alla Coppa del mondo di cucina dell’Expogast Lussemburgo con la nazionale di
cuochi under 21. lavora all’Hotel Stjarnholm in Svezia, al Ristorante Capo d’Orso a Salerno, all’Hotel
Splendido di Portofino, all’Hotel Savoy Beach di Paestum, il Ristorante “Joya” in Inghilterra. La svolta arriva
con l’ingresso all’Hotel Caruso di Ravello, esperienza che gli fa maturare l’idea di aprire un ristorante tutto suo.
Nasce così, nel 2008, “Il Giardino delle Esperidi”, che apre grazie alla collaborazione tra lo chef Gioacchino,
il maître Vincenzo Carotenuto e l’appassionato di cucina Enrico La Mura, affermato biologo con il desiderio
di avere un ristorante tutto suo. La location, in un antico casale al centro della città di Pompei, è la sintesi
perfetta tra bellezza della natura e il gusto di piatti preparati con sapienza. E continuano i successi: le
“Variazioni di paccheri di Gragnano con pomodori del piennolo alle tre cotture” hanno consentito a Gioacchino
Nocera di vincere il premio “Piennolo d’oro 2008”. Tra i segreti del ristorante l’esperienza pluriennale ai
fornelli, l’elevata qualità delle materie prime, che lo chef sceglie ogni giorno al mercato, la fedeltà alla
tradizione, il gusto della sperimentazione e il rispetto della stagionalità dei prodotti. Di Gioacchino si accorge,
dopo la partecipazione al Trofeo Chef Emergenti del Sud Italia, anche un pool di giornalisti specializzati, che
gli offrono la possibilità di partecipare a “La prova del cuoco” di Raiuno.

Tommaso Moroni

Tommaso nasce a Parma nel 1976 dopo aver conseguito gli studi Liceo Informatico “Guglielmo Marconi” di Parma ed in seguito intrapreso gli studi Universitari di Ingegneria Elettronica di Parma. Durante gli studi scopre la passione per la cucina e abbondo Università.

Per iniziare a coltivare attivamente la sua passione, colmando al contempo le sue lacune, ha affiancato lo studio della cucina al lavoro iniziando dal basso. Con il lavoro duro e il sacrificio, ma sempre divertendosi e dando il massimo.

Cominci subito a lavorare presso il ristorante “Arti e Mestieri” di Reggio Emilia ricoprendo da subito le mansioni più semplici desideroso di imparare tutti i segreti della cucina.
La sua determinazione lo parta a girare numerosi locali dell’Emilia come la “Tavernetta del Lupo” a Sorbolo, “L’Atto Primo” a Fidenza e molti altri della provincia.

Con la voglia e determinazione di apprendere sempre più lo portano a viaggiare anche all’estero dalla Francia agli Stati Uniti: presso il Parma Restaurant di Fresno (California), “la Ciccia” a San Francisco e la catena di ristoranti Italiani Serafina’s di New York.

Tornato in Italia comincia la collaborazione con importanti aziende nel mondo della ristorazione professionale come Accademia Barilla, GFI (Grandi Salumifici Italiani) Parma&Reggio e Cucine Bertazzoni. Come insegnante di cucina, trainer per cooking class e team building.

In fine collabora con l’azienda InChef per consulenze professionale e formativa in varie realtà su tutto il territorio Italiano, apportando le sue conoscenze per lo sviluppo di prodotti e la valorizzazione l’offerta ristorativa e migliorare le vendite.

Continua comunque a studiare per restare aggiornato e segue lo sviluppo delle tecnologie, poiché dice: “la cucina è sempre in movimento ed in inesorabile cambiamento!!”

Luca Luciano

Luca Luciano nasce a Napoli, e all’età di 16 anni sceglie la strada della cucina frequenta quindi l’Istituto Alberghiero Cavalcanti di Napoli. Durante gli studi entra subito nel mondo del lavoro come stagista nei locali della zono o durante banchetti, dove apprende le basi della cucina e del lavoro in brigata.

Terminato gli studi con ottimi voti trova subito lavoro come commis al Ristorante Marechiaro, posto magnifico molto caratteristico di Napoli zona Posillipo.
Nel corso della sua carriera ha girato molti locali della Campania, facendo tesoro dei vari insegnamenti.
Non mancano l’esperienza all’estero, Parigi e Sharm El-Sheikh , dove porta con sé la sua tradizionale cucina con i profumi e sapori Campani.
Tornato in Italia per un’offerta di lavoro importante, la gestione della cucina di un villaggio turistico “Simenzaru” di Messina. Successivamente al ristorante “Da Andrea” di Aversa (Ce), al “Medea Resort” di Triflisco (Ce), molti poi sono i locali che si susseguono tra Roma e la Campania.
Oggi dopo circa 25 anni d’esperienza nella gestione di cucine e locali si è rimesso in gioco con un nuovo progetto La Formazione. In collaborazione con InChef srl si occupa di consulenza sul territorio su metodi di cottura, tecniche d’impiattamento e l’utilizzo di semi lavorati nel mondo della ristorazione.

Luigi Tonellato

Biologo, libero professionista, iscritto all’Ordine Nazionale dei Biologi, Albo professionale, sezione A. Trentennale esperienza come formatore nel settore della ristorazione; esperto di igiene e merceologia degli alimenti, di organizzazione nel settore …

ristorativo, di Food safety & quality management. Conduce audit ispettivi presso centri di cottura o altre aziende alimentari per conto di Enti pubblici (Comuni, Case di riposo,…) o privati, con verifica degli aspetti contrattuali.
Segue progettazione, direzione lavori e collaudo d’impianti di produzione pasti relativamente agli aspetti biologici (igienici, funzionali e nutrizionali, ambientali) e preparazione gare fornitura attrezzature (individuazione, ricerca e confronto schede tecniche attrezzature, redazione capitolati con specifiche tecniche, quotazione forniture) e successiva valutazione delle offerte.

Per MASTERGROUP srl di Conegliano, ha collaborato alla progettazione della ristrutturazione di ristoranti/mense aziendali (SNAMPROGETTI di Fano, ENI e SAIPEM di S.Donato Milanese, ENI di Roma, SYNDIAL di Brindisi, POLIMERI EUROPA di Sarroch, FERRAGAMO SpA di Sesto Fiorentino) o centri di cottura (comune di Giavera del Montello).

Luca Pellico

Nasce in Abruzzo, in provincia di Pescara tra il maestoso Gran Sasso D’Italia e la ridente costa marittima abruzzese. Il suo viaggio parte sin da subito, già dai tempi della scuola tra alberghi e ristoranti ricoprendo ruoli diversi, facendo esperienza in Italia e all’estero. Ma non solo, durante il suo percorso lavorativo matura esperienze nel Marketing…

e nel settore commerciale lavorando e collaborando con diverse Aziende italiane.

Dal 2013 dopo diversi anni di esperienza come cuoco, decide di sfruttare le sue competenze trasversali nel mondo della formazione e consulenza: mixando numeri, analisi, comunicazione, marketing con il cibo e riesce a crearsi uno spazio non convenzionale fuori dal ristorante, una realtà che prima non c’era, entrando a far parte a pieno titolo del mondo Food and Equipment italiano.
– Diplomato in Tecnico dei – Servizi della Ristorazione
– Master in Digital Marketing
– Certificato in Marketing Digitale per Food & Wine
– Certificato Google in Concetti base del Digital Marketing

Si reputa uno Chef dall’approccio multidisciplinare, consulente e imprenditore digitale, Seller e account manager Amazon. Oggi è presente all’interno del team di InChef in qualità di consulente per le migliori aziende italiane di Food and Equipment.

Felice Mondo

Felice Mondo nasce a Manfredonia (FG) e sin da bambino ha sempre avuto 2 sogni nella vita, fare il cuoco e l’imprenditore; dopo anni di sacrifici, formazione continua e tanta energia e passione ce l’ha fatta. Nel 97 lascia l’università di Economia e Commercio a Bologna e parte volontario nei Paracadutisti per il servizio di leva; rientrato in Puglia comincia a testa bassa a dedicarsi alla ristorazione e a tutte le sue sfaccettature, dapprima con la cucina Pugliese e col tempo specializzandosi nella cottura della Carne in tutte le sue sfaccettature, ivi compreso la cottura del American Barbecue.


Nel 2014 diventa giudice internazionale della World Barbecue Association e
perfeziona ancora di più la sua passione per le cotture alternative diventando
esperto nella preparazione di Panini Gourmet a base di Carne ed aprendo diversi
locali nel sud Italia. ( Da Nord a Fooa a Matera, Panzaria a Manfredonia e il Changhe
a Bisceglie, per citarne alcuni).
Oggi si occupa principalmente di supportare e sviluppare Marchi del settore Food &
Beverage (emozionanti sono state le collaborazioni con Bonduelle Italia, Unilever
Food Solutions, Vandemoortele Italia, Kunzi spa, Big Green Egg Italia, De Salvo,
De.Ra.Do, Erredì Distribuzione, Fini Food, Hielo) e di creare Start-Up di nuovi locali,
nonché il rilancio e restyling di attività esistenti.
Lavorare divertendosi, questo è il mio motto!